Italiano Inglese

CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI - EPBD

Negli ultimi anni, i temi dell'efficienza e del risparmio energetico hanno suscitato sempre più interesse da parte di tutti gli attori coinvolti in quest'ambito. L'importanza assunta da questi argomenti è giustificata, in primo luogo, dall'intento di ridurre il consumo di combustibili fossili e, in secondo luogo, dalla volontà, da parte di governi e istituzioni, di abbattere le emissioni di CO2 e di altri inquinanti nell'atmosfera. In tale contesto, una progettazione efficiente degli edifici e degli impianti può costituire una leva fondamentale su cui agire, considerando che, nel nostro Paese, il fabbisogno di energia del settore civile copre una quota pari a circa il 41% del consumo energetico nazionale.

LEGISLAZIONE DI RIFERIMENTO SUL RISPARMIO ENERGETICO E LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

In Italia, le primissime Leggi sul risparmio energetico possono essere considerate la n°373 del 1976 e la "famosa" Legge n°10 del 1991. Quest'ultima, intitolata "Norme in materia di uso razionale dell'energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia", è nata con il preciso intento di regolamentare l'intero settore termotecnico e razionalizzare il più possibile i consumi di energia. Essa è stata, per molto tempo anche a livello europeo, uno dei principali punti di riferimento in questo campo, grazie soprattutto all'avanguardia dei suoi contenuti, come la divisione del territorio in aree geografiche con determinati periodi di esercizio e dati climatici quali le temperature medie mensili, le velocità dei venti e i coefficienti di esposizione. I due decreti che ne hanno regolamentato l'attuazione sono stati il DPR 412 del 1993 e il DPR 551 del 1999.

Tutta la recente normativa sul risparmio energetico parte invece dal 1997, anno in cui fu ratificato il cosiddetto "Protocollo di Kyoto", con il quale le Nazioni partecipanti si impegnarono a ridurre le emissioni di biossido di carbonio per una maggiore salvaguardia dell'ambiente. In Europa il Protocollo di Kyoto è stato recepito attraverso il Decreto Comunitario 2002/91/CE, che imponeva l'obbligo ai Paesi membri di sviluppare e adottare una metodologia per il calcolo dei consumi energetici degli edifici.

A livello nazionale quest'ultimo decreto è stato recepito attraverso il D.Lgs 192 del 19 agosto 2005: "Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell'edilizia", successivamente corretto dal D.Lgs 311 del 29 dicembre 2006: "Disposizioni correttive ed integrative al D.Lgs 192 del 19 agosto 2005".
Il 3 marzo 2008 è stato pubblicato il D.Lgs 115, che aveva fra gli obiettivi quello di sopperire all'assenza dei decreti attuativi al D.Lgs 192, prescrivendo l'obbligo di riferirsi alla Specifica tecnica UNI/TS 11300 Parti 1 e 2 per il calcolo del fabbisogno energetico degli edifici e mandando in deroga precedenti Norme UNI.

Il 2 aprile 2009 è stato pubblicato il DPR 59, decreto attuativo del D.Lgs 192 e del D.Lgs 311. Nel mese di giugno dello stesso anno il DPR 59/09 è stato completato dalle "Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici".

A livello Europeo la prima direttiva sul risparmio energetico degli edifici è stata l'EPBD (Energy Performance of Buildings Directive) del 2002 (direttiva 2002/91/CE). Nel 2010 è uscita la nuova edizione di tale direttiva, ovvero la 2010/31/UE, che ha di fatto avviato il recast del cosiddetto pacchetto di norme EPBD. Per maggiori informazioni: Recasting of the Directive

LE NORME UNI TS 11300. LA NORMATIVA TECNICA DI RIFERIMENTO SUL RISPARMIO ENERGETICO E LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

La Norma UNI TS 11300 è nata con l'obiettivo di definire una metodologia di calcolo univoca per la determinazione delle prestazioni energetiche degli edifici. Essa è suddivisa in quattro parti:

UNI TS 11300-Parte 1 (pubblicata a maggio 2008 e attualmente in revisione - disponibile errata corrige del 2010)

Determinazione del fabbisogno di energia termica dell’edificio per la climatizzazione estiva ed invernale.

UNI TS 11300-Parte 2 (pubblicata a maggio 2008 e attualmente in revisione - disponibile errata corrige del 2010)

Determinazione del fabbisogno di energia primaria e dei rendimenti per la climatizzazione invernale e per la produzione di acqua calda sanitaria.

UNI TS 11300-Parte 3 (pubblicata a marzo 2010 e attualmente in revisione)

Determinazione del fabbisogno di energia primaria e dei rendimenti per la climatizzazione estiva.

UNI TS 11300-Parte 4 (pubblicata il 10 maggio 2012)

Utilizzo di energie rinnovabili e di altri metodi di generazione per la climatizzazione invernale e per la produzione di acqua calda sanitaria 

Tali documenti sono coerenti con le norme elaborate dal CEN nell’ambito del Mandato M/343 a supporto della Direttiva Europea 2002/91/CE sulle prestazioni energetiche degli edifici.

VERIFICA DELLA CONFORMITA’ DEI SOFTWARE ALLA NORMA 11300 PARTI 1 E 2

Il CTI, ai sensi del Decreto Legislativo 115 del 30 maggio 2008, è stato incaricato di verificare la conformità dei software commerciali per il calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici alla Norma 11300 Parti 1 e 2. Gli utenti interessati al rilascio del certificato di conformità del proprio software sono invitati a consultare il regolamento presente nella seguente pagina:

Procedura per il rilascio del certificato di conformità dei software alla Norma 11300 Parti 1 e 2

DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO

LEGISLAZIONE EUROPEA:

  • DIRETTIVA 2010/31/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 19 maggio 2010 sulla prestazione energetica nell’edilizia (rifusione)
  • DIRETTIVA 2009/28/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 23 aprile 2009 sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE
  • DIRETTIVA 2006/32/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 5 aprile 2006 concernente l'efficienza degli usi finali dell'energia e i servizi energetici e recante abrogazione della direttiva 93/76/CEE del Consiglio
  • DIRETTIVA 2002/91/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 dicembre 2002 sul rendimento energetico nell'edilizia

 

LEGISLAZIONE NAZIONALE:

  • Decreto Legislativo 3 marzo 2011, n. 28 "Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE"
  • Disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle Comunità europee – Legge comunitaria 2009. Testo approvato dal Senato il 12 maggio 2010.
  • Decreto Ministeriale 26 giugno 2009 “Linee Guida Nazionali per la Certificazione Energetica”
  • Decreto Del Presidente Della Repubblica 2 aprile 2009 , n. 59 “Regolamento di attuazione dell'articolo 4, comma 1, lettere a) e b), del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, concernente attuazione della direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico in edilizia.
  • Decreto Legislativo 30 maggio 2008, n. 115 “"Attuazione della direttiva 2006/32/CE relativa all'efficienza degli usi finali dell'energia e i servizi energetici e abrogazione della direttiva 93/76/CEE".
  • D.Lgs 311 del 29/12/2006 “Disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, recante attuazione della direttiva 2002/91/CE, relativa al rendimento energetico nell'edilizia”
  • Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192 "Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell'edilizia"
  • Piano di azione nazionale per le energie rinnovabili (direttiva 2009/28/CE)
  • Legge 09/01/1991, n.10 "Norme per l'attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell'energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia"

 

LEGISLAZIONE PROVINCIALE E REGIONALE:

Basilicata

 

  • Legge Regionale n. 28 del 28-12-2007 "Disposizioni per la formazione del Bilancio di Previsione Annuale e Pluriennale della Regione Basilicata – Legge Finanziaria 2008"
  • Legge Regionale: "Disposizioni per la formazione del Bilancio di Previsione Annuale e Pluriennale della Regione Basilicata Legge Finanziaria 2010".

 

Bolzano (Provincia autonoma)

 

  • Decreto del Presidente della Provincia 29 settembre 2004, n. 34 "Regolamento di esecuzione della legge urbanistica in materia di risparmio energetico"
  • Decreto del Presidente della Provincia n. 34 Modifiche 2009
  • Deliberazione della giunta provinciale del 15 giugno 2009, n. 1609 “Direttive ai sensi dell’articolo 127 comma 2 della legge urbanistica provinciale, legge provinciale 11 agosto 1997, n. 13 e successive modifiche (Riqualificazione energetica di edifici esistenti con ampliamento)
  • Deliberazione della Giunta Provinciale del 27 luglio 2009 n. 1969 “Certificato energetico per appartamenti”

 

Emilia Romagna

 

  • Delibera di Assemblea Legislativa Regionale 4 marzo 2008 n. 156 "Atto di indirizzo e coordinamento sui requisiti di rendimento energetico e sulle procedure di certificazione degli edifici"
  • Delibera di Giunta Regionale 7 luglio 2008 n. 1050 - "Sistema di accreditamento dei soggetti preposti alla certificazione energetica degli edifici"
  • Delibera di Giunta n. 1754/2008 - "Disposizioni per la formazione del certificatore energetico in edilizia in attuazione della deliberazione dell'assemblea legislativa n. 156/08"
  • Delibera di Giunta Regionale 21 settembre 2009 n. 1390 "Modifica agli allegati tecnici della Deliberazione dell'Assemblea Legislativa n. 156/2008"
  • DAL n. 255 del 6/10/2009 di modifica alla deliberazione dell'Assemblea legislativa n. 156/2008
  • DGR n. 1362/2010 “Modifica degli Allegati di cui alla parte seconda della DAL 156/08”

 

Friuli-Venezia Giulia

 

  • Legge 18 agosto 2005, n.23 “Disposizioni in materia di edilizia sostenibile”
  • Delibera n.2116 del 24 settembre2009 “Legge regionale 23/2005, art.6, comma 1 (disposizioni in materia di edilizia sostenibile) che istituisce il “protocollo regionale per la valutazione della qualità energetica ed ambientale di un edificio quale strumento attuativo di cui si dota la regione per disciplinare la valutazione del livello di sostenibilità degli interventi edilizi: approvazione del protocollo regionale VEA per la valutazione della qualità energetico ambientale degli edifici. Approvazione definitiva.
  • Protocollo VEA per la Valutazione della qualità Energetica e Ambientale degli edifici.
  • D.P. Reg. 25 settembre 2006 n. 288 Regolamento concernente i criteri e le modalità per la concessione dei contributi previsti dagli articoli 12 e 13, comma 4 della legge regionale 18 agosto 2005, n. 23 (Disposizioni in materia di edilizia sostenibile), per la dotazione di strumenti di indagine territoriale in materia di bioedilizia.
  • D.P. Reg. 1 ottobre 2009 n. 274 Regolamento recante le procedure per la certificazione VEA di sostenibilità energetico ambientale degli edifici, di cui all’articolo 6 bis, della legge regionale 18 agosto 2005, n. 23, “Disposizioni in materia di edilizia sostenibile”.
  • D.P. Reg. 25 agosto 2010 n. 199 Regolamento recante il sistema di accreditamento dei soggetti abilitati alla certificazione VEA di cui all’articolo 1 bis della legge regionale 23/2005 (Disposizioni in materia di edilizia sostenibile) e modifiche al Regolamento recante le procedure per la certificazione VEA emanato con DPReg. 274/2009.

 

Lazio

 

  • Legge 27 maggio 2008, n.6 “Disposizioni regionali in materia di architettura sostenibile e bioedilizia”
  • Deliberazione Giunta Regionale 7 agosto 2009, n. 634 Approvazione dei criteri relativi al Protocollo regionale sulla bioedilizia di cui all’articolo 7 della legge regionale 7 giugno 2008, n. 6 e definizione successivi adempimenti.
  • Deliberazione Giunta Regionale 5 febbraio 2010, n.72 Approvazione dello schema di regolamento regionale "Sistema per la Certificazione di sostenibilità ambientale degli interventi di bioedilizia e l'accreditamento dei soggetti certificatori"
  • Deliberazione Giunta Regionale 5 marzo 2010, n.133 Adozione del «Protocollo ITACA Regione Lazio» residenziale e del «Protocollo ITACA Regione Lazio» non residenziale, ai sensi della legge regionale n. 6 del 27 maggio 2008, Capo III, art. 7, comma 4»

 

Liguria

 

  • Legge Regionale n. 22 del 29 maggio 2007 e ss.mm.ii “Norme in materia di energia”
  • Regolamento Regionale n. 1 del 22 gennaio 2009 “Regolamento di attuazione articolo 29 della legge regionale 29 maggio 2007 n. 22 recante: 'Norme in materia di certificazione energetica degli edifici'. Sostituzione del regolamento regionale n. 6 del 8.11.2007”
  • Deliberazione di giunta regionale n. 1601 del 2 dicembre 2008 "Certificazione energetica degli edifici: elenco dei professionisti e corsi di formazione"
  • Deliberazione di Giunta regionale n. 1254 del 21 settembre 2009 "Modifiche degli allegati alla d.G.R. 1601/08 "Certificazione energetica degli edifici/elenco dei professionisti e corsi di formazione"

 

Lombardia

 

  • Legge Regionale n.26 del 20/04/1995 "Nuove modalità di calcolo delle volumetrie edilizie e dei rapporti di copertura limitatamente ai casi di aumento degli spessori dei tamponamenti perimetrali e orizzontali per il perseguimento di maggiori livelli di coibentazione termo acustica o di inerzia termica"
  • Legge Regionale n.24 dell’11/12/2006 "Norme per la prevenzione e la riduzione delle emissioni in atmosfera a tutela della salute e dell’ambiente"
  • Deliberazione Giunta Regionale n. VIII/5018 del 26/06/2007 "Determinazioni inerenti la certificazione energetica degli edifici, in attuazione del d.lgs. 192/2005 e degli art. 9 e 25 della l.r. 24/2006”
  • Deliberazione Giunta Regionale n. VIII/5773 del 31/10/2007 "Certificazione energetica degli edifici - Modifiche ed integrazioni alla DGR n.5018/2007”
  • Decreto n. 15833 del 13/12/2007 "Aggiornamento della procedura di calcolo per predisporre l'attestato di certificazione energetica degli edifici, previsto con DGR 5018/2007 e successive modifiche ed integrazioni"
  • Decreto n.16381 del 27/12/2007 "Approvazione della circolare relativa alla necessità di certificazione energetica per gli immobili oggetto di incentivi o agevolazioni”
  • Decreto 8935 del 07/08/2008 "Approvazione della circolare relativa all'applicazione della L.R. 26/1995 e al rapporto con l'art. 11 del D.LGS. 115/2008”
  • Deliberazione Giunta Regionale n. VIII/8745 del 22/12/2008 “Determinazioni in merito alle disposizioni per l’efficienza energetica in edilizia e per la certificazione energetica degli edifici”
  • Decreto n.2598 del 18/03/2009 "Approvazione del nuovo modello di targa energetica per gli edifici, in riferimento alla DGR 5018/2007”
  • Decreto n.4648 del 12/05/2009 "Definizione dei criteri per accreditare come certificatori energetici ai sensi della DGR 5018/2007 e s.m.i. i professionisti già accreditati da altre Regioni, Province Autonome e Paesi appartenenti all'UE"
  • Decreto 5796 del 11/06/2009 "Aggiornamento della procedura di calcolo per la certificazione energetica degli edifici”
  • Legge Regionale n. 10 del 29/06/2009 "Disposizioni in materia di ambiente e servizi di interesse economico generale - Collegato ordina mentale”
  • Decreto n. 7148 del 13/07/2009 "Precisazioni in merito all'applicazione delle disposizioni per l'efficienza energetica in edilizia, approvate con DGR n. 8745 del 22/12/2008”
  • Legge Regionale n. 13 del 16/07/2009 "Azioni straordinarie per lo sviluppo e la qualificazione del patrimonio edilizio ed urbanistico della Lombardia”
  • Decreto n. 7538 del 22/07/2009 "Rettifica delle precisazioni approvate con Decreto 7148 del 13.07.2009, relative all’applicazione delle disposizioni per l’efficienza energetica in edilizia, di cui alla DGR 8745 del 22.12.2008"
  • Deliberazione Giunta Regionale n. IX/335 del 28/07/2010 “Certificazione energetica edifici pubblici: aggiornamento del termine finale”
  • Legge regionale 21 febbraio 2011, n. 3 "Interventi normativi per l’attuazione della programmazione regionale e di modifica e integrazione di disposizioni legislative – Collegato ordinamentale 2011"

 

Marche

 

  • Legge 17 giugno 2008, n.14 "Norme per l’edilizia sostenibile"
  • Deliberazione Giunta Regionale n. 1499 del 28/09/2009: LR n. 14/2008 - DGR 760/2009 e DGR 1141/2009 - Procedure regionali per l'accreditamento dei certificatori della sostenibilità energetico ambientale.
  • Deliberazione Giunta Regionale n. 1870 del 16/11/2009: Protocollo Itaca - Marche sintetico, LR 22/2009 "Interventi della Regione per il riavvio delle attività edilizie al fine di fronteggiare la crisi economica, difendere l´occupazione, migliorare la sicurezza degli edifici e promuovere tecniche di edilizia sostenibile", scaglioni per la realizzazione degli incrementi volumetrici, procedure e controlli per la valutazione della sostenibilità degli edifici.
  • Deliberazione Giunta Regionale n. 359 del 01/03/2010: Art. 6 della L.R. n. 14/2008 - DGR 1141/2009 - Procedure regionali del sistema di certificazione della sostenibilità energetica e ambientale degli edifici, approvazione procedure integrative e relativa modulistica.
  • Deliberazione Giunta Regionale n. 361 del 01/03/2010: Art. 4 lett. e) della LR n. 14/2008 - DGR 760/2009 all. 3 - DGR 1499/2009 - Piano di formazione e procedure per l´accreditamento dei certificatori della sostenibilità energetica e ambientale degli edifici, modifiche e integrazioni.
  • Deliberazione Giunta Regionale n. 1244 del 02/08/2010 “Articolo 4 lett. e) della LR n. 14/2008; DGR n. 361/2010 allegato 1 punto 8, DGR n. 760/2009 allegato 2, modifiche e integrazioni.”
  • Deliberazione Giunta Regionale n. 1245 del 02/08/2010 “Aggiornamento Protocollo Itaca - Marche sintetico per la valutazione energetico ambientale degli edifici”
  • Deliberazione Giunta Regionale n. 1494 del 18/10/2010 “Art. 14 comma 3 lett. b) della LR 14/2008 "Norme per l'edilizia sostenibile" - Sistema e procedure per la certificazione energetica e ambientale degli edifici di cui all'art. 6, comma 5 - Sostituzione DGR 1141/2009”

 

Piemonte

 

  • Legge regionale n.13 del 28 maggio 2007 “Disposizioni in materia di rendimento energetico nell’edilizia.”
  • Deliberazione Giunta Regionale n. 43-11965 del 4/08/2009. “Disposizioni attuative in materia di certificazione energetica degli edifici ai sensi dell’art.21, comma 1, lettere d), e) ed f)”
  • Deliberazione Giunta Regionale n. 1-12374 del 20/10/2009 ”Modifiche ai Paragrafi 3.2., 4.1, 4.2, 4.4 e 5.1. dell'Allegato alla deliberazione della Giunta regionale 4 agosto 2009, n. 43- 11965 in materia di certificazione energetica degli edifici”
  • Deliberazione Giunta Regionale n. 11-330 del 19 luglio 2010 “Modifiche ai Paragrafi 4.3. e 4.4 dell'Allegato alla deliberazione della Giunta regionale 4 agosto 2009, n. 43-11965 in materia di certificazione energetica degli edifici e s.m.i.”
  • D.D. n. 446 del 1° ottobre 2009 “Approvazione aspetti metodologici e operativi in materia di certificazione energetica ai sensi della D.G.R. 4 agosto 2009, n. 43-11965 recante disposizioni attuative della L.R. 28 maggio 2007, n. 13 e s.m.i.”
  • Circolare della Presidente della Giunta Regionale 25 gennaio 2010, n.1/AMB “Certificazione energetica degli edifici. Chiarimenti in merito ai requisiti dei certificatori”

 

Puglia

 

  • Legge regionale 30 luglio 2009, n. 14 “Misure straordinarie e urgenti a sostegno dell’attività edilizia e per il miglioramento della qualità del patrimonio edilizio residenziale”
  • Legge regionale n. 13 del 10 giugno 2008, “Norme per l’abitare sostenibile”
  • Linee Guida per la prima applicazione del Regolamento regionale 10 febbraio 2010, n. 10, recante disposizioni in materia di certificazione energetica degli edifici ai sensi del D. Lgs. 19 agosto 2005, n. 192”
  • Regolamento regionale 10 febbraio 2010, n. 10 “Regolamento per la certificazione energetica degli edifici ai sensi del D.Lgs. 19 agosto 2005 n. 192” - Accreditamento Certificatori Energetici degli Edifici Regione Puglia. Approvazione Linee Guida Procedura Telematica”
  • Deliberazione della giunta regionale 13 aprile 2010, n. 1008 “D.Lgs. 19 agosto 2005, n. 192 “Attuazione della direttiva 2000/91/CE relativa al rendimento energetico nell’edilizia”. Regolamento per la certificazione energetica degli edifici. Regolamento regionale 10 febbraio 2010, n. 10. Corsi di Formazione Professionale. Procedure per l’autorizzazione. Approvazione”
  • Deliberazione Giunta Regionale 4 agosto 2009, n. 1471 “ Sistema di valutazione del livello di sostenibilità ambientale degli edifici in attuazione della Legge Regionale “Norme per l’abitare sostenibile”

 

Sicilia

 

  • Decreto 3 marzo 2011 “Disposizioni in materia di certificazione energetica degli edifici nel territorio della Regione siciliana”

 

Toscana

 

  • Legge 24 febbraio 2005 n.39 “Disposizioni in materia di energia”
  • Legge regionale 23 novembre 2009, n. 71 “Modifiche alla legge regionale 24 febbraio 2005, n. 39 (Disposizioni in materia di energia)”.
  • Decreto del presidente della giunta regionale 25 febbraio 2010, n. 17/R "Regolamento di attuazione dell’articolo 23 sexies della legge regionale 24 febbraio 2005, n. 39 (Disposizioni in materia di energia) Disciplina della certificazione energetica degli edifici. Attestato di certificazione energetica"

 

Trento (Provincia autonoma)

 

  • Legge 4 marzo 2008 n.1 “Pianificazione urbanistica e governo del territorio”
  • Decreto del presidente della provincia 13 luglio 2009, n. 11- 13/Leg "Disposizioni regolamentari in materia di edilizia sostenibile in attuazione del titolo IV della legge provinciale 4 marzo 2008, n. 1 (Pianificazione urbanistica e governo del territorio).
  • Deliberazione della giunta provinciale n. 2446 del 16 ottobre 2009 "Approvazione delle prime misure attuative del decreto del Presidente della Provincia 13 luglio 2009, n. 11-13/Leg. [Disposizioni regolamentari in materia di edilizia sostenibile in attuazione del titolo IV della legge provinciale 4 marzo 2008, n. 1 (Pianificazione urbanistica e governo del territorio)].
  • Deliberazione della giunta provinciale n. 3110 del 22 dicembre 2009 "Approvazione di ulteriori misure attuative del decreto del Presidente della Provincia 13 luglio 2009, n. 11-13/Leg. recante "Disposizioni regolamentari in materia di edilizia sostenibile in attuazione del titolo IV della legge provinciale 4 marzo 2008, n. 1 (Pianificazione urbanistica e governo del territorio)".
  • Deliberazione della giunta provinciale n. 1429 del 17 giugno 2010 "Applicazione dell'obbligo di certificazione energetica di cui al comma 3 dell'art. 13 delle "Disposizioni regolamentari in materia di edilizia sostenibile in attuazione del titolo IV della legge provinciale 4 marzo 2008, n. 1", emanate con decreto del Presidente della Provincia 13 luglio 2009, n. 11-13/Leg"

 

Umbria

 

  • Legge Regionale n.17 del 18.11.2008 “Norme in materia di sostenibilità ambientale degli interventi urbanistici ed edilizi”
  • Legge Regionale n.13 del 26.06.2009 “Norme per il governo del territorio, la pianificazione e per il rilancio dell’economia attraverso la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente”

 

Valle d'Aosta

 

  • Legge 18 aprile 2008, n.21 “ “Disposizioni in materia di rendimento energetico nell’edilizia”
  • Deliberazione Giunta Regionale n. 3014/2009 “Approvazione delle definizioni integrative, dei requisiti minimi di prestazione energetica degli edifici e delle prescrizioni previsti, rispettivamente, dagli articoli 2, 6 e 15, commi 1 e 2, della legge regionale 18 aprile 2008, n. 21 (Disposizioni in materia di rendimento energetico nell'edilizia)”
  • Deliberazione Giunta Regionale n. 1448/2010 “approvazione, ai sensi dell’articolo 10, comma 1, lettera b, della l.r. 21/2008 e successive modificazioni, delle modalità di riconoscimento dei corsi di formazione utili ai fini dell’accreditamento dei soggetti fisici abilitati al rilascio dell’attestato di certificazione energetica degli edifici
  • Deliberazione Giunta Regionale n. 2236/2010 “Approvazione, ai sensi degli articoli 9, 10 e 11 della l.r. 21/2008 e successive modificazioni, delle modalità di accreditamento di soggetti fisici abilitati al rilascio dell’attestato di certificazione energetica degli edifici e di soggetti ispettori”
  • Deliberazione Giunta Regionale n 3629/2010 “ Approvazione di ulteriori definizioni integrative dell'allegato a della dgr 3014/2009, degli indicatori climatici, delle metodologie per la determinazione delle prestazioni energetiche degli edifici e relative semplificazioni di cui agli articoli 2, 4 e 7 della l.r. 18 aprile 2008, n. 21 (disposizioni in materia di rendimento energetico nell’edilizia).

 



Ufficio Centrale CTI
Via Scarlatti 29, 20124 Milano
Tel. +39 02 266.265.1
Fax +39 02 266.265.50
P.IVA 11494010157

Disclaimer / Privacy | Qualit / Requisiti Tecnici
Web Design & Develop by Sis s.r.l.